Sguardi Contemporanei

Osservatorio su un paesaggio – Flavia Rossi

“Che si tratti delle puntellature che ornano una chiesa esanime, di due speroni sopravvissuti che si fronteggiano, di una griglia metallica che sostiene Santi e Madonne o di una struttura in tubolari che diventa la cornice per una gita di famiglia, tutto diventa uno strumento per riflettere sulle difficoltà del territorio da un punto di vista contemplativo.”

Read More »

Vulcano – Giulia De Marchi

“Gli abitanti, e ancor di più i visitatori, appaiono piccolissimi; li ho voluti rappresentare così, come fossero delle nullità curiose composte da sensazioni, colori e odori scaturiti da una terra che ribolle dall’interno.”

Read More »

Fondazione Biscozzi ~ Rimbaud – Dario Borruto

“Raccontare il tempo intermedio richiede un approccio differente rispetto a quello a cui siamo abituati per altri progetti. Il racconto, in questo caso, non risiede in un tempo determinato, ma evolve con l’evolvere e il formarsi dell’architettura.”

Read More »

Ritratti Intermedi – Atelier XYZ

“Raccontare il tempo intermedio richiede un approccio differente rispetto a quello a cui siamo abituati per altri progetti. Il racconto, in questo caso, non risiede in un tempo determinato, ma evolve con l’evolvere e il formarsi dell’architettura.”

Read More »

Eivissa – Davide Adamo

“La ricerca del piacere sembra contrapporsi al velo di misticismo che ricopre l’isola, segnata dal passaggio di così tante culture del mondo antico. Eppure tutto coesiste perfettamente.”

Read More »

La città in attesa – Alessandro Guida

“Le case sembrano vivere in uno stato di perenne attesa, aspettano che qualcuno arrivi e dia un senso a quei mattoni e a quei solai in ombra da cui oggi vedi il mare. Qualcuno che guardi al futuro in questo paese in agonia.”

Read More »

Ruin or Rust – Francesco Russo

“…Proveremo nostalgia un giorno per queste sentinelle dell’epoca industriale? Possono queste icone scientifiche ed architettoniche raggiungere nuovi scopi nella contemporaneità? Possono essere definiti “ruggine” o “rovine”?”

Read More »

L’architettura religiosa di Gio Ponti – Alba Deangelis

“…L’edificio è come un essere vivente; più tempo lo si osserva e meglio se ne comprendono personalità e tratti, sia fisici che caratteriali. Come può la velocità dei nostri tempi permetterci di fare un’esperienza completa e totalizzante della poesia di determinati spazi?”

Read More »

Baulücken – Francesca Iovene

“…se si può parlare di qualcosa senza citarlo mai, si può anche parlare di Berlino e del suo Muro senza cercarlo né ricordarlo, ma solo attraverso altri muri, altri vuoti, altre presenze, evocando gli stati d’animo che questa città ti porta ad avere: un misto di nostalgia e bellezza come nelle storie di famiglia…”

Read More »

Sguardi Contemporanei 2021

“…Attraverso i progetti e le parole dei giovani professionisti coinvolti, Sguardi Contemporanei raccoglie una panoramica interessante e varia della scena della fotografia d’architettura italiana…”

Read More »

Calamite – Donato Quagliata

“…Di questo percorso fanno parte anche tre tappe, che rappresentano il periodo della mia adolescenza, prima di iniziare gli studi di architettura: l’auditorium di Oscar Niemeyer a Ravello in costiera amalfitana; la scala elicoidale nel palazzo Mannajuolo nel quartiere Chiaia a Napoli, di cui ricordo perfettamente lo stupore la prima volta che la vidi; e il Palazzo della Civiltà nel quartiere Eur a Roma. Queste forme hanno fatto nascere in me la voglia di studiare l’architettura…”

Read More »

La Cappadocia e l’architettura della sottrazione – Carlotta Di Sandro

“…Immaginate di capire, all’improvviso, di trovarvi in un luogo che non conosce distinzioni: qui natura è architettura, architettura è natura. Immaginate ritmi lenti e atmosfere sospese: vi trovate dove non esiste né fretta ne frenesia, dove ogni cosa è il risultato dello scorrere, lento, del tempo.
Immaginate di essere in Cappadocia, terra di mezzo tra Mesopotamia e Asia Minore, lungo la Via della Seta…”

Read More »

Louvre Abu Dhabi – Andrea Ceriani

“…Ricordo l’atto di percorrere questo spazio come un’esperienza emotiva. E come in ogni grande incontro c’è entusiasmo, emozione, un’attrazione forte con un senso di impazienza nell’entrare in
contatto, che rischia però di rivelarsi superficiale.
Il tutto non si può rappresentare, e non si può possedere…”

Read More »

Ultima notte – Filippo Ferrarese

“…Perché lo spazio che viviamo ci abita abitando sé stesso, si nutre di sentimenti, li agita e li
stimola, al di là del tempo e del mobilio attonito che alimenta con la sua fissità quell’incredibile illusione di un nostro prolungamento, di una nostra proiezione, di un nostro riflesso sugli oggetti e sulle cose che crediamo che pensino…”

Read More »

Campelli – Ilario Piatti

“…Le vaste distese sottratte alla natura vengono attualmente ancora curate, anche
se il fieno prodotto non viene totalmente utilizzato poiché una parte di esso viene
abbandonato sui campi. Questa attività viene svolta d’estate dai giovani dell’oratorio, che,
durante i centri estivi, si dilettano in questo prezioso lavoro…”

Read More »

Gibellina, un paese, tre vite – Michele Biccari

“…La ricostruzione ha forse funzionato? La vita cittadina ha ritrovato la vivacità e l’armonia di un tempo? Vi sono pareri discordanti. I più concordano che la vecchia identità, specie nei rapporti umani di serena convivenza, è stata perduta; nella Nuova Gibellina, una identità altra è stata acquisita…”

Read More »

Il Paesaggio Industriale del Canal de Castilla – Nicola Cavallera

“…La prosperità del canale perdurò almeno sino ai primi anni del ‘900, quando il suo utilizzo si ridusse radicalmente a causa dell’apertura di una nuova linea ferroviaria che collegava, con un tracciato quasi sempre in parallelo al corso d’acqua, le città di Valladolid ad Alar del Rey. Il suo lento ma inesorabile declino ha generato uno dei fenomeni di archeologia industriale maggiormente estesi del territorio europeo…”

Read More »

Ordine sparso – Alba Deangelis

“…Il complesso segue una logica di disordine programmatico che anticipa questo scenario contemporaneo, esprimendo in nuce il concetto di ipercittà: una trama frammentata senza geografia apparente, già tesa a prefigurare modi più complessi di vita…”

Read More »

Che cosa può uno spazio – Veronica De Martin

“…Ma cos’è uno spazio se non il mezzo essenziale dell’architettura? L’architettura stessa può essere considerata tale ed è possibile solo nel momento in cui viene collocata in uno spazio. Allo stesso tempo lo spazio si compone di elementi: il vuoto, tutto ciò che sta intorno ad un’architettura, il paesaggio e l’opera architettonica stessa…”

Read More »

Un esperimento d’Architettura – Leonardo Brancaleoni

“…Un’abitazione in completa antitesi con ciò che la circonda. I molti che vi passano di fronte non ne conoscono la storia e la guardano interdetti, domandandosi che cosa possa essere e perché si trovi lì. La casa albero di Perugini a Fregene è un esperimento architettonico, distante pochi chilometri dalla città eterna…”

Read More »

Sguardi Contemporanei 2020

Sguardi Contemporanei è il primo vero progetto editoriale di FA – Fotografia dell’Architettura, con la curatela di Donata Sasso e Leonardo Brancaleoni: dal 1° Ottobre, per dieci settimane, dieci fotografi si susseguono per condividere il loro sguardo sull’architettura.

Read More »